Frantoio Alberto Cipolloni

Home page
Azienda
Negozio virtuale
Letteratura ed etichette
Rassegna stampa
Gli chef e il nostro olio
Contatti
Mailing list
Area riservata
Help online
Dove siamo

Carrello della spesa


    

 


Gli Oliveti

Il centro aziendale e la maggiore estensione di olivi si trovano a San Giovanni Profiamma situata a nord di Foligno lungo la valle del fiume Topino su terreni collinari, molto argillosi, abbastanza declivi.
Al Vocabolo Hoffman lungo la S.S. 3 Flaminia troviamo la "Chiusa della Fonte Nuova", circa 1000 olivi impiantati nel 1994 come prova di selezione clonale della varietà moraiolo in collaborazione con l'istituto di colt. arboree dell'università di Perugia; salendo a circa 350 m.t. s.l.m. e contigua alla precedente troviamo la "Chiusa della Fonte" circa 1500 olivi di varietà moraiolo.
Dopo due curve tornanti, salendo sulla ns. destra troviamo la "Chiusa di Candiotti", circa 2000 olivi in prevalenza di varietà moraiolo, ma con presenza per infittimento e impollinazione, della varietà frantoio: qui si trovano, accanto a piante dal fusto secolare (2 o 3 secoli), polloni riallevati dalla ceppaia dopo la gelata del 1956. Salendo ancora si raggiunge così ad uno spiazzo contornato da due case rurali, da una rimessa per gli attrezzi agricoli e da un piccolo lago creato per l'irrigazione "a goccia" degli oliveti. Intorno al lago, impiantati nel 1983, con "moderni" sistemi e predisposti per la raccolta meccanica troviamo la "Chiusa di Mancia Nuova" con 2300 ulivi (qui la varietà prevalente è il frantoio); questa "Chiusa" è per circa la metà a disposizione dell'Ist. di Colt. Arboree di Perugia che lo coltiva e vi effettua continuamente una serie di prove i cui risultati sono nelle pubblicazioni scientifiche dei professori dell'istituto.

La "Chiusa di Mancia Vecchia" sovrasta salendo verso ovest la precedente; con 2000 moraioli secolari in purezza. Seguitando a salire lungo la strada dopo un tornante sulla destra si trova la "Chiusa di prova" definita così perchè già negli anni 40 Pietro Cipolloni, insieme ai prof. Jacoponi (Colt. arboree) e prof. Lucchese (Entomologia) qui effettuava le sperimentazioni per migliorare le piante che sono ancora oggi una costante nella conduzione dell'azienda. Arrivati ad oltre 450 m.t. s.l.m. troviamo il "Convento Casa delle pecore" nomi dovuti dall'uso fattone nel tempo, una grande abitazione rurale circondata dagli ulivi della "Chiusa del Monte Cucco" dove abbiamo reimpiantato la metà di circa 3000 olivi di moraiolo, inserendo, sempre in collaborazione con l'università anche altre varietà in prova.

Ad ovest del Convento, c'è la "Chiusa di Massenzi" composta da olivi di Moraiolo secolari il cui grande fusto, proprio per le sue dimensioni, permise di sopravvivere alla gelata del 56. Seguitando poi la stradina che costeggia la chiusa di Monte Cucco troviamo sulla ns. destra, al di sotto di essa, la "Chiusa del Burrone" dove i circa 2000 moraioli furono impiantati su un terreni molto in declivio (pendenza del 40%): dopo circa un km troviamo un bosco dove si praticava "l'uccellagione" cioè la cattura con reti di uccelli vivi da richiamo. Il bosco scende in una stretta valle fino alla strada comunale che corre sul fondo valle vicino ad un ruscello.
L'altro versante di questa "gola", verso est, troviamo dai 300 ai 500 m.t. s.l.m. la "Chiusa della Valle" che prende il nome dalla configurazione geomorfa e dal paese omonimo che la sovrasta; anche qui la prevalenza è del moraiolo ma con molti impollinatori di frantoio e leccino reimpiantati.
Deviando dalla strada della valle al suo apice a circa 500 m.t. s.l.m. imbocchiamo una strada sterrata che dopo circa 1,5 km attraversando oliveti di altri proprietari ci porta alla "Chiusa dello Zampirone", dove, su una dolce collina sovrastata dalla casa padronale, troviamo circa 6000 moraioli in purezza di cui la parte più alta è secolare o composta da polloni del 1956 e la più bassa che va a lambire di nuovo la S.S. 3 flaminia, reimpiantata con una età che va dai 40 ai 70 anni (probabilmente dopo l'altra grande gelata degli olivi di questo secolo, nel 1929).

Attraversato il fiume Topino dall'altro versante della valle che sale verso l'Appennino lungo la S.S. 77 della Val di Chienti che congiunge Foligno alla sua frazione più lontana, Colfiorito, troviamo in località Colle S. Lorenzo gli oliveti più alti da 500 a 700 m.t. s.l.m. dell'azienda, affittati a noi da lungo tempo dai discendenti di una antica famiglia di proprietari e notabili di Foligno, i Sorbi. Come in quasi tutto il versante che stiamo descrivendo, i terreni sono qui molto declivi (45% di pendenza) "strappati" dagli avi al bosco ceduo che ancora circonda a tratti gli oliveti. Dei circa 6000 piantoni di moraiolo della chiusa di colle san Lorenzo circa 2400 sono state reimpiantate dopo la gelata del 1985 con varietà moraiolo e frantoio.

Per completare il giro dell'azienda olivicola bisogna ora puntare verso ovest, verso i Colli Martani ed a Montefalco in loc. Pietrauta a 450 mt. s.l.m.
Qui troviamo altri olivi, circa 1800 di varietà moraiolo e con alcune (circa 300) piante di olive da tavola che nel 1970 Alberto Cipollini insieme al prof. Antognozzi dell'Università di Perugia impiantarono per saggiarne l'adattamento ai nostri climi per poi valutare la possibilità di impianto in Umbria; a Pietrauta di Montefalco dai nostri oliveti e dai nostri vigneti di Sagrantino esposti a nordest si può vedere l'altro lato della valle e gli oliveti aziendali a San Giovanni Profiamma e Colle S. Lorenzo, le cittadine di Trevi, Spello ed Assisi circondate dagli oliveti della zona a Denominazione Origine Protetta "Umbria", sottozona "Colli Assisi-Spoleto" che ritengo, a buona ragione, la "Costa d'oro" dell'olivicoltura mondiale dove viene prodotto il migliore olio del mondo sia come vertici assoluti sia come qualità media negli anni.

In questa "Costa" infatti la varietà moraiolo in quasi purezza (90%) inserita da molti secoli in questo ambiente, il clima continentale freddo che rende quasi impossibile l'attacco della mosca olearia ed i terreni uniti dalla ottima conduzione degli oliveti e alla attenta trasformazione contribuiscono unitamente al raggiungimento di vertici qualitativi irripetibili in qualsiasi altro ambiente.

Chiusa 1 Chiusa 2
Chiusa 3 Chiusa 4
Chiusa 5 Chiusa 6
Chiusa 7 Chiusa 8
Chiusa 9  

Indietro

 

Frantoio Alberto Cipolloni S.a.s.
 
MASTER CARD - VISA - DINERS - AMERICAN EXPRESS - BANCA SELLA
Copyright © 2017 Cipolloni - All rights reserved
Designed and powered by
Sinergis
Carrello della spesa Help online Azienda Contatti Home Page